Uso & Manutenzione

PAVIMENTI DA VIVERE

Posa, Mantenimento & Pulizia. Ecco cosa fare per il tuo parquet. 

Tutto quello che devi sapere. Dalla posa alla pulizia. Se hai dubbi o domande chiamaci o scrivici

La Posa

I pavimenti Salf devono essere posati esclusivamente da personale professionale e specializzato.

Prima di procedere alla posa, bisogna assicurarsi che:
• l’umidità relativa dell’aria nell’ ambiente sia compresa tra il 45% e il 60% e che la temperatura sia compresa tra i 15° e 25° C;
• i serramenti siano già stati installati e la tinteggiatura sia già stata effettuata;
• gli impianti idraulici, elettrici e di riscaldamento siano già stati eseguiti e collaudati.
Rispettando i corretti tempi (vedi indicazioni sotto riportate), prima dell’installazione delle porte interne e dell’arredamento, il parquet deve essere protetto con cartone ondulato, da rimuovere immediatamente a lavori ultimati.

Piano di posa.

Il sottofondo, in conformità alla normativa vigente, deve avere l’idoneo spessore, resistenza meccanica, deve essere privo di crepe fessurazioni progressive, deve essere protetto da fonti di calore, acqua e umidità.
Deve avere la giusta planarità, quota ed orizzontalità, deve essere pulito, e privo di sostanze che inibiscono l’incollaggio.
L’umidità non deve superare il 2 cm % per massetti non riscaldanti cementizi a rapida essiccazione, lo 0,5 cm % per massetti di anidride non riscaldanti e lo 0,2 cm % per massetti di anidride riscaldanti.
É obbligatorio controllare l’umidità con strumentazione apposita (igrometro a carburo) e compilare e firmare il relativo protocollo di controllo.
Da accertare anche la posa in opera del massetto su schermo a vapore nel piano terreno o sopra scantinati. Prima dell’inizio della posa consigliamo di scartare e scegliere più doghe possibili per creare un disegno armonico.
I listoni danneggiati o difettosi non devono essere posati!

Posa su pavimenti riscaldanti.

I parquet Salf sono adatti alla posa su massetti riscaldanti se le norme di posa specifiche vengono rispettate e se si utilizzano specie legnose e
formati idonei.
La posa ideale è quella a colla, mentre la posa flottante è consigliata solo in taluni casi.
I prodotti usati per la preparazione del sottofondo come livellanti, primer ecc. devono essere specifici per riscaldamento a pavimento.
Il termotecnico deve garantire che, a riscaldamento acceso, la temperatura superficiale del pavimento non superi i 28°C.
Prima dell’inizio della posa la direzione lavori deve garantire al posatore le seguenti condizioni:
• presenza di barriera vapore tra strato di compensazione e strato di isolamento termico;
• spessore minimo del massetto di 6 cm, di cui almeno 3 cm sopra i tubi.
Una volta indurito il massetto e liberato dall’umidità, accendere gradualmente il riscaldamento, aumentandone la temperatura di giorno in giorno, partendo da una temperatura di 20°C il primo giorno, di 30°C il secondo, di 40°C il quarto e di 50°C il quinto giorno (temperatura massima di
esercizio del fluido). A partire dal sedicesimo giorno inizia la fase di raffreddamento, in cui la temperatura del fluido deve essere diminuita di 10°C al giorno fino ad arrivare nuovamente a 20°C.
Successivamente deve essere effettuata nuovamente la misurazione con strumento a carburo e la posa potrà essere iniziata dopo 5 giorni dallo
spegnimento del riscaldamento, con una temperatura del massetto compresa tra 15° e 20°C e una umidità ambientale relativa massimo del 60%.
Dopo la posa del pavimento si dovrà riaccendere l’impianto, senza coprire il parquet in alcun modo (teli, tessuti, cartoni, tappeti).
Da tenere presente che in questa fase iniziale il parquet tende ad assestarsi e per questo motivo si possono manifestare delle piccole e normali fessurazioni.
Fondamentale è mantenere una umidità ambientale con appositi umidificatori tra il 45 e il 60%.

La mancata procedura di quanto indicato (compresa la compilazione e firma del ‘protocollo di posa su massetti riscaldanti’) esclude ogni garanzia, compresa quella per il distacco delle cartelle del nobile dal supporto dei prodotti prefiniti Salf.
Posa incollata.

L’incollaggio deve essere fatto con l’utilizzo di colle idoneee e deve essere eseguito su tutta la superficie, evitando di incollare i fianchi degli elementi tra di loro.
Per ottenere una posa a regola d’arte è necessario caricare con un peso per almeno 3 ore.
É necessario prevedere dei giunti di dilatazione ovenecessario e tenere una distanza di circa 10 mm dalla parete per permettere una corretta dilatazione del pavimento.

Posa flottante.

Per proteggere il parquet dall’umidità consigliamo di utilizzare un foglio di politilene da posizionare direttamente sul massetto e di utilizzare apposito materassino fonoassorbente per l’isolamento acustico.
Lasciare uno spazio di circa 12 mm dalla parete (sia di testa che di lato) per permettere la giusta dilatazione del parquet, posizionando la prima doga col lato ‘femmina’ verso la parete.
Incollare tutti i 4 lati della doga, applicando la colla nella scanalatura della ‘femmina’ ed eseguire la posa immediatamente dopo l’incollaggio.
Prevedere sempre dei giunti di dilatazione nelle superfici con lunghezza superiore a 7 m in direzione di posa e di 6 m in direzione contraria. Una volta indurita la colla togliere i cunei lungo la parete.

Mantenimento

Trattamento di mantenimento per parquet Oliati.

Il primo trattamento di mantenimento è obbligatorio dopo la posa.
Serve per creare un ulteriore strato di finitura che protegge il parquet e dovrà essere applicato su pavimento pulito, dopo aver rimosso residui di colla e polvere (con aspirapolvere).
Una volta fatto il trattamento, lasciare asciugare per almeno 24 ore prima di calpestare o coprire con tappeti o altro.
Per i primi 7 giorni dopo il trattamento, il parquet dovrà essere pulito solo a secco per permettere il completo indurimento del trattamento.

Uso & Pulizia

Istruzioni per l’uso e il mantenimento.

Mantenere nell’ambiente una umidità tra il 45% e il 60% e una temperatura di circa 18-25°C.
Evitare di caricare il parquet con grossi pesi concentrati in piccole porzioni di pavimento e di coprire con tappeti o altro nel primo periodo, in particolar modo se in presenza di riscaldamento a pavimento.

Pulizia ordinaria pavimenti verniciati.

Rimuovere la polvere con panno morbido o con l’aspirapolvere. Utilizzare per la pulizia un panno inumidito d’acqua e detergente neutro non schiumoso.
L’utilizzo di alcool, solventi, acidi, ammoniaca può danneggiare irreparabilmente la verniciatura.

Pulizia ordinaria pavimenti oliati.

Rimuovere la polvere con panno, morbido o con l’aspirapolvere. Per la pulizia ordinaria utilizzare un detergente naturale, per la pulizia straordinaria utilizzare invece un detergente più energico, adatto a rimuovere vecchi strati di manutenzione (saponi, ecc…)

Stoccaggio.

I prodotti devono essere conservati in luogo asciutto e chiuso (con una umidità di 45-60%) e sollevati da terra. Mantenere l’imballo fino al momento della posa.
Fare ambientare il parquet 5/6 giorni prima.

Smaltimento.

Il pavimento quando dimesso va affidato ai sistemi pubblici di smaltimento.


Salf. Un’azienda storica al servizio della natura & della bellezza. Prodotto 100% Italiano Garantito.

Scopri i nostri parquet, scopri chi siamo contattaci.

Salf - Pavimenti in Legno

Una squadra di esperti conoscitori di natura, caratteri, resistenza ed armonia delle diverse essenze legnose tali da costituire garanzia di qualità per i prodotti SALF.

Dove Siamo

Via G. B. Tramontini, 9
31020 San Polo di Piave – Treviso

SEGUICI SUI SOCIAL
Privacy Settings
Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza mentre utilizzi il nostro sito web. Se stai utilizzando i nostri Servizi tramite un browser, puoi limitare, bloccare o rimuovere i cookie attraverso le impostazioni del tuo browser web. Usiamo anche contenuti e script di terze parti che possono utilizzare le tecnologie di tracciamento. È possibile fornire in modo selettivo il proprio consenso di seguito per consentire tali incorporamenti di terze parti. Per informazioni complete sui cookie che utilizziamo, i dati che raccogliamo e su come li elaboriamo, si prega di consultare il nostro Privacy Policy
Youtube
Consenso per visualizzare il contenuto da - Youtube
Vimeo
Consenso per visualizzare il contenuto da - Vimeo
Google Maps
Consenso per visualizzare il contenuto da - Google